Emergenza Rifiuti Partinico

La risposta dei giovani1

“Via i rifiuti da Partinico”

Continua l’impegno nel territorio da parte dell’associazione Iniziativa Territoriale Partinico, anche questa volta attenta e pronta all’ascolto delle problematiche sociali.

Periodo caldo per il Comune di Partinico, commissariato e afflitto dal problema dei rifiuti, trova forza nella cittadinanza, che si mostra attiva e con la voglia di fare il possibile per contrastare, se non per risolvere, tale disagio.

Un esempio in tal senso ci viene offerto dai rappresentanti delle scuole superiori di Partinico che, insieme agli insegnati ed alla cittadinanza tutta, si riuniranno l’8 febbraio 2018, facendosi portavoce del malcontento dei cittadini, muovendosi in un corteo che partirà da piazza Duomo alle 8.30 e si concluderà intorno alle 12.30 in piazza Umberto I, davanti la sede del Comune di Partinico.

A tal proposito dichiarano i rappresentanti del liceo Santi Savarino, che l’idea della manifestazione ha preso vita, alla fine del mese di gennaio, tra i rappresentati degli istituti di Partinico, dei plessi S. Savarino, C. Alberto Dalla Chiesa, Danilo Dolci e  M. O. Corbino; che hanno deciso di farsi sentire, organizzando questa manifestazione cittadina.
Il motivo che li ha portati a tale decisione è lo stato indecoroso e disagevole in cui vigono le strade del paese, strade che giornalmente, loro, studenti, vivono e percorrono a piedi. La volontà di smuovere le istituzioni a cercare una soluzione concreta per cominciare a smaltire i rifiuti al più presto possibile, ha riscontrato largo favore tra i coetanei ed i cittadini.

Il presidente di Iniziativa Territoriale Partinico, Vincenzo Sollena, dichiara di essere vicino alla manifestazione, affermando: “è quanto mai utile questa manifestazione, non solo per l’emergenza rifiuti, ma per la collettività tutta, mostra un ardente senso civico tra i giovani, quei giovani a cui è a cuore la propria terra. Non è solo un problema dell’ “amministrare la cosa pubblica”, fondamentale è smuovere nella cittadinanza l’amore verso la propria terra e far in modo che tutti possano e si impegnino a tenere pulita e decorosa la propria città.”

Seguici su Facebook

Commenti

commenti